Texas Holdem il poker più giocato online e nei tornei

Texas Holdem PokerIl Texas Holdem, o semplicemente hold’em o anche holdem (letteralmente tienile, riferito alle carte) in italiano talvolta detta poker texano è una delle più diffuse specialità del gioco del poker a carte comunitarie. Benché teoricamente fino a ventidue giocatori possano sedersi allo stesso tavolo, solitamente ad un tavolo da gioco siedono da due a dieci giocatori.
Si gioca con un mazzo da cinquantadue carte francesi (escludendo i jolly). A differenza di quanto previsto nel poker tradizionale, i giocatori ricevono solamente due carte a testa: esse, assieme alle cinque carte comuni (community cards) scoperte dal mazziere durante le varie fasi di gioco, formeranno il punto di ogni giocatore.
Lo scopo del gioco è riuscire a tenere per se tutte le fiches. Man mano che i giocatori finiscono le fiches vengono eliminati dal tavolo uno ad uno, o talvolta, contemporaneamente.
                                    Varianti del gioco del Texas Holdem
senza limite (no limit): il più diffuso nei tornei, è il gioco che determina il campione del mondo nelle WSOP;
limite al piatto (pot limit): le puntate e i rilanci non possono essere maggiori dell’ammontare presente nel piatto prima della propria azione, diffuso in Europa esso viene giocato per evitare che i piatti si gonfino troppo nel preflop;
limite fisso (fixed limit): le puntate sono bloccate, così pure gli eventuali rilanci che possono essere solo 3 per round di scommessa, tranne quando sono rimaste al tavolo solo due persone. Il limit game un tipo di gioco che richiede una minor abilità psicologica (per via dei piatti ridotti, dei rilanci bloccati, quasi totale assenza di bluff ecc.) ma richiede altresì una attenta valutazione matematica degli eventi. Questo tipo di gioco è molto diffuso nei casinò.
misto (mixed): si alternano le varianti senza limite e con limite.
N.B.: nei limit game, le puntate minime sono raddoppiate nel terzo e quarto round di scommesse (turn e river).

                                           Le puntate nel Texas Holdem
Un giro di puntate o di scommesse si intende concluso in uno dei seguenti casi:
– quando uno o più giocatori hanno pareggiato la puntata più alta;
– quando tutti i giocatori tranne uno hanno abbandonato la mano.
Durante un giro di puntate, quando è il turno di un giocatore, questi ha in genere a disposizione quattro opzioni tra cui scegliere:
Bussare o passare (check): in questo caso il giocatore passa l’iniziativa al giocatore successivo nell’ordine di gioco senza effettuare alcuna puntata. Se uno dei giocatori successivi nell’ordine di gioco effettua una puntata, una volta che questi ha terminato il turno torna al giocatore che aveva passato. Una volta che uno dei giocatori ha effettuato una puntata, non è più possibile passare.
Vedere o chiamare (call): mettere sul piatto un numero di fiches sufficienti a coprire la maggior puntata effettuata nell’ambito del giro di puntate in corso.
Rilanciare (raise): effettuare una puntata superiore rispetto alla puntata più alta effettuata fino a quel momento. Quando un giocatore rilancia tutti gli altri giocatori sono costretti a scegliere tra tre possibilità: vedere la puntata, rilanciare a loro volta o abbandonare la mano. I rilanci successivi al primo debbono almeno eguagliare la somma fra l’importo dell’ultimo rilancio e la differenza col rilancio precedente.
Texas Holdem Titan Casino -Dino Puglisi
Lasciare o foldare (fold): abbandonare la mano. In questo caso il giocatore consegna le carte al mazziere rinunciando al piatto e perdendo quanto eventualmente puntato in precedenza.
Un giocatore che folda rientra in gioco con il piatto successivo.
Se uno dei giocatori punta, per continuare a partecipare alla mano ciascuno dei giocatori che seguono deve quanto meno pareggiare l’ultima puntata (call).
Tuttavia, se la puntata da coprire è maggiore dell’insieme di gettoni (stack) a disposizione di un giocatore, questi ha ancora la possibilità di accettare la scommessa versando nel piatto l’intero suo resto (all-in). Egli concorre in questo modo alla divisione del piatto: partecipa al gioco per la parte del piatto coperta dalle fiches a sua disposizione (main pot), mentre la parte residua del piatto (side pot) viene contesa tra gli altri giocatori che hanno coperto l’intera puntata. Vi può quindi essere più di un side pot durante la stessa mano.
Dopo il flop (le prime tre carte comuni) la puntata minima deve essere quella del big blind, se il giocatore non ha sufficienti chips per questa puntata ovviamente può puntare le sue chips rimanenti andando quindi anche in questo caso all-in.
Inoltre se un giocatore rilancia all-in con una cifra che è inferiore al minimo rilancio consentito fa si che gli altri giocatori che hanno fatto già azione nella mano non possano a loro volta rilanciare ma solo adeguarsi al piatto o ritirarsi, ossia facendo call o fold, giocatori invece che prima di questo rilancio all-in non hanno ancora parlato sono liberi di fare “fold”, “call” o “raise”.

Texas Holdem

Il gioco del Texas Holdem si svolge in sei fasi principali:
Puntate obbligatorie: il primo giocatore alla sinistra del mazziere (dealer) paga lo small blind (piccolo buio), il secondo paga il big blind (grande buio o controbuio). Il grande buio corrisponde alla puntata minima per partecipare al gioco; il piccolo buio è la metà o, più raramente, i due terzi del grande buio. Nei tornei può essere previsto un ante (pari circa a un quinto del piccolo buio), una puntata obbligatoria per tutti i giocatori da porre prima dei buio.
Pre-flop: il mazziere distribuisce due carte coperte a tutti i giocatori, a cominciare da quello alla sua sinistra, quindi si fa il primo giro di puntate a partire dal giocatore seduto alla sinistra del grande buio.
Flop: il mazziere elimina dal gioco la prima carta del mazzo e scopre tre carte sul tavolo; queste community cards (carte comunitarie, o comuni) possono essere utilizzate da tutti i giocatori per comporre e migliorare il proprio punto. Una volta girate le tre carte si fa un altro giro di puntate, questa volta, e per tutte le puntate successive, a partire dal giocatore alla sinistra del mazziere.
Turn (o 4th Street): il mazziere brucia un’altra carta dal mazzo e scopre una delle community cards sul tavolo. Anche questa carta può essere utilizzata, come le precedenti, insieme alla propria mano e alle altre tre del flop. Si fa un altro giro di puntate e si passa al giro di puntate successivo.
River (o 5th Street): il mazziere brucia una carta, scopre l’ultima community card e i giocatori fanno l’ultimo giro di puntate. A questo punto, sul tavolo,ci sono cinque carte scoperte, utilizzabili da tutti, e ogni giocatore possiede le sue due carte coperte. Il punto del giocatore è dato dalla migliore combinazione possibile scegliendo cinque carte delle sette a disposizione.
Showdown: Il giocatore che ha effettuato l’ultima puntata, se non ci fossero state puntate nell’ultimo giro il giocatore alla sinistra del bottone, mostra le proprie carte; gli altri partecipanti che hanno visto la sua puntata possono a turno, secondo l’ordine del giro fare altrettanto. Il giocatore che ha scoperto il punto più alto vince l’intero piatto. In caso di punti equivalenti si aggiudica il piatto il giocatore che possiede la carta o le carte più alte esterne al punto (kicker). Se neanche così si ottenesse uno scarto fra due o più giocatori, questi dividerebbero la posta in parti uguali (split pot)Una volta finito il turno, il grande buio si sposta a sinistra, portandosi dietro il buio e il bottone.

Texas Holdem Poker

Print Friendly, PDF & Email

Ti piace condividi su:

14 pensieri riguardo “Texas Holdem il poker più giocato online e nei tornei”

  1. Actually its referred to as Search engine optimization that when i search for this post I found this web page at the top of all web pages in search engine.

  2. I’ve long suggested that people seeking to gett a good understanding of this speciific topic spread their research acrooss many blogs.

  3. Amazing blog! Do you have any tips for aspiring writers?
    I’m planning to start my own blog soon but I’m a little lost on everything.
    Would you recommend starting with a free platform like WordPress or go for a
    paid option? There are so many choices out there that I’m
    completely overwhelmed .. Any tips? Many thanks!

    1. Hi Jhon, It would be good to have your own domain and use wordpress platform that simplifies the insertion of news or articles. Also know what deal in the blog and of paramount importance to find or create a suitable template.

  4. Hello, i think that i saw you visited my web site thus i came to “return the favor”.I
    am trying to find things to enhance my website!I suppose its ok to
    use some of your ideas!!

  5. I’m not sure where you’re getting your information, but good
    topic. I needs to spend some time learning much more or understanding more.
    Thanks for great info I was looking for this info for my mission.

  6. You really make it seem so easy with your presentation but I find this matter
    to be actually something which I think I would never understand.

    It seems too complex and extremely broad for me. I am looking forward for your next
    post, I will try to get the hang of it!

  7. I’m not sure where you are getting your info, but good topic.

    I needs to spend some time learning much more or understanding more.

    Thanks for great info I was looking for this info for my mission.

  8. Hello, this weekend is good in favor of me, as this moment i am reading this fantastic informative
    paragraph here at my home.

  9. First of all I want to say awesome blog! I had a quick question in which I’d like
    to ask if you do not mind. I was interested to find out how you center yourself and clear your mind
    before writing. I’ve had a tough time clearing my mind in getting my thoughts
    out. I truly do enjoy writing however it just seems like the first 10 to 15 minutes are generally lost simply just trying
    to figure out how to begin. Any recommendations or hints?
    Appreciate it!

    1. With reference to the article written it was not difficult to find the words since I also play at the poker tables. However, just read so many books of the same matter that after the ideas come to how to set the article.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *